Non partiamo da zero

Domenica scorsa è stato eletto il nuovo Consiglio Pastorale della Comunità, dopo avere scrutinato 1046 schede, votate nelle cinque parrocchie di Luino. Il Consiglio resterà in carica per 4 anni e avrà il compito di studiare e fare proposte per un annuncio del Vangelo che possa raggiungere il maggior numero di persone, ambiti, luoghi della nostra città. Tutto questo in continuità con il cammino vissuto negli ultimi anni dai cinque singoli Consigli delle Parrocchie e a questo proposito, sento il dovere di ringraziare a nome di tutti, i membri uscenti, per la partecipazione e l’apporto dato all’azione pastorale.

Non partiamo da zero, ma da una esperienza di Chiesa che ha origini antiche e che possiamo identificare nelle parole di Gesù nel vangelo di questa domenica, chiamata del “mandato missionario”: “Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato” (Mt 28,18-19). È un mandato che non si è interrotto, anche se ha avuto risposte più o meno entusiaste nel corso dei secoli e che, comunque, è giunto a noi, carico di quella forza interiore, data dall’azione dello Spirito Santo, anima fortissima di ogni missione, come quella di Paolo e Barnaba, inviati dallo Spirito Santo a Cipro, così descritta nel libro degli Atti degli Apostoli.

Ecco perché “non partiamo da zero”, perché anche le nostre Parrocchie di Luino, non hanno mai smesso di tramandare la fede, che è dono di Dio, seminato nei cuori dei battezzati e che Dio stesso custodisce e fa crescere con amorevole pazienza. Il mese missionario, che sta per terminare, ci ha offerto molti spunti per rileggere la dimensione missionaria della Chiesa, nella quale tutti noi siamo stati inseriti attraverso il battesimo e da quel momento potenziali inviati, apostoli del Vangelo. Tocca a noi mettere in atto la forza evangelizzatrice, donataci dallo Spirito santo, riconoscendo i tempi e i luoghi dell’annuncio a ciascuno di noi affidato.

Chiediamo l’intercessione di Maria, Madre della Chiesa e Regina della missione, perché possiamo essere sempre più testimoni di Gesù in questo mondo, che senza saperlo attende l’incontro con Lui.

La festa di tutti i santi e la commemorazione dei defunti aprono i nostri cuori alla speranza e riempiono i nostri cuori di gioia sapendo che uomini e donne che sono vissuti prima di noi su questa terra ora godono la gioia dell’incontro con il Signore o sono in attesa di vederlo faccia a faccia, mentre domandano le nostre preghiere.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...