Fiducia nella Chiesa che è sempre chiamata a rinnovarsi

Nella festa della dedicazione della Chiesa Cattedrale, cioè del Duomo di Milano, le parrocchie della nostra Diocesi sono impegnate nell’elezione dei Consigli Pastorali parrocchiali o di Comunità. Per la nostra Comunità di Luino la novità consiste nella prima elezione del Consiglio pastorale che coinvolge le cinque Parrocchie della Città. Senz’altro, per noi, è un momento ecclesiale storico, perché ci fa sentire Chiesa che è chiamata a leggere i segni dei tempi e porre in essi il seme della novità del Vangelo, che illumina e fa compiere scelte per la vita piena dell’uomo e della società intera.

Mi sono chiesto come dobbiamo vivere questa nuova modalità di corresponsabilità dentro la Chiesa e vi ho trovato la risposta in una esortazione di Gesù: “Imparate da me, che sono mite ed umile di cuore”. È necessario recuperare la consapevolezza che il nostro essere battezzati ci impegna ad un rapporto costante e personale con Gesù, il quale invia ad essere una presenza viva nella storia, annunciando il suo Vangelo, che è sempre attuale, senza pretendere chissà che cosa, ma solo lasciandosi guidare dalla forza dello Spirito Santo.

Sta proprio qui la nostra responsabilità, perché spesso sento dire che il mondo è cambiato ed è vero, ma è proprio perché è cambiato, c’è l’esigenza di comprendere come rendere vera e piena la vita dell’uomo, creatura stupenda, ma anche carica di fragilità, in ricerca di una verità esistenziale, che solo Gesù può offrire, in quanto Lui stesso, nella sua umanità, l’ha sperimentata. Mi piacerebbe chiarire che il Consiglio Pastorale della Comunità Pastorale non è solo un organo burocratico, ma un vero luogo di riflessione, di studio, di approfondimento per dare alle parrocchie che lo compongono strumenti utili per fare fruttificare il Vangelo e consegnarlo come via autentica di gioia di vivere.

Siamo tutti convinti che la nostra società ha bisogno di punti di riferimento, ma anche la Chiesa deve recuperare la fiducia in se stessa, certa che chi la guida è lo Spirito Santo e chi la ama profondamente è il Signore Gesù, che vuole guidare tutti verso la Casa del Padre, facendoci tutti partecipi della Costruzione del regno dei Cieli, che è già in mezzo a noi e noi abbiamo la possibilità di riconoscerlo.

La festa della Dedicazione della Chiesa Cattedrale ci richiama l’unità delle nostre Parrocchie con il Duomo di Milano, sede della Cattedra del Vescovo, e attraverso di lui, con la Chiesa di Roma, sede del Papa, successore di Pietro. Non dobbiamo mai dimenticare questo legami, che ci aiutano ad allargare i confini del nostro sguardo di fede fino a giungere ad ogni parte della terra. Sono fiducioso nel futuro della nostra Chiesa luinese, ricca di secoli di storia, che ha saputo resistere e riconfermarsi nella fede, durante le diverse vicende favorevoli o avverse, perché il Signore non abbandona mai e anche ora è con noi. L’intercessione di Maria è un’ulteriore certezza di solidità nel cammino di tutti noi.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...