Il nuovo Consiglio Pastorale per una Chiesa missionaria

In questo mese missionario sentiamo più vivo il compito di essere testimoni del Vangelo di Gesù e di annunciare che la salvezza è donata a tutti gli uomini e donne della terra. Spesso rischiamo di riservare il compito missionario a coloro che partono per Paesi lontani, dimenticandoci che tutta la Chiesa è missionaria e che ogni battezzato, avendo incontrato il Signore Gesù nella Parola e nei Sacramenti è chiamato ad annunciarlo nei luoghi in cui vive. È annuncio, è proposta, così come ha fatto il Signore Gesù nella sua vita pubblica, senza distinzione di persona, ma con la volontà di raggiungere tutti, perché a nessuno manchi la possibilità di conoscere l’amore di Dio, amore che salva.

La preoccupazione pastorale delle nostre Parrocchie si inserisce in questa azione missionaria che vede il mondo come il campo in cui è nascosto il tesoro grande dell’amore di Dio, che in Gesù si è fatto uomo ed una volta trovatolo l’uomo vive una gioia immensa, con la certezza che tutto il resto non valga più nulla. Il lavoro della Comunità cristiana è aiutare gli uomini e le donne del nostro tempo ad individuare questo tesoro, che diventa arricchimento personale, ma anche da condividere. L’elezione del Consiglio Pastorale della Comunità non è solo una struttura da tenere in piedi, ma una esigenza pastorale per leggere l’azione dello Spirito di Dio, che sta operando nei cuori di molti e valorizzarla, così che il Vangelo vissuto possa fare crescere il Regno di Dio nel suo cammino verso il compimento, come ci richiama il nostro Arcivescovo nella sua lettera Pastorale.

Il punto di partenza, comunque, è il nostro cuore e, dunque, una riflessione personale, tesa a cercare le cose belle che il Signore ha già cominciato a compiere in noi senza avere timore di lasciare ciò che apparentemente crediamo avere il valore assoluto. Scoprire il tesoro della Parola di Dio e ciò che può incidere benevolmente nella nostra vita ci rende felici e ci dà la possibilità di annunciarlo e condividerlo con gli altri, costruendo una rete di bene che avvolge il mondo per raggiungere gli uomini e le donne, ovunque si trovino.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...