Vieni, Spirito Santo, a rinnovare la Terra!

La solennità di Pentecoste ci porta a rivivere l’inizio della Chiesa, quando, gli apostoli, riuniti nel Cenacolo, insieme a Maria, hanno ricevuto lo Spirito Santo, dono di Gesù risorto. Si compiva, così, la promessa che Gesù aveva fatto ai suoi e che li avrebbe resi forti e coraggiosi nella missione di annuncio al mondo del mistero sorprendente della Pasqua., ciascuno secondo i carismi ricevuti dallo Spirito Santo. 
La Chiesa, fondata sugli apostoli, continua la missione originaria animata e guidata dallo Spirito Santo, il quale garantisce la verità del messaggio anche dentro la debolezza e la fragilità degli uomini e delle donne di cui essa è composta. Questo è il motivo per cui, dopo duemila anni, nonostante le vicende alterne, che hanno accompagnato il cammino della Chiesa, essa continua ad essere portatrice della novità evangelica e profezia del mondo nuovo, attraverso i doni offerti ai suoi membri e la fantasia spirituale che su di essi effonde.

Nella Novena di Pentecoste abbiamo invocato lo Spirito Santo e continueremo a farlo per ricuperare la fiducia in Dio ridando a Lui il primato su tutte le cose e, dunque, rivalutare la FEDE, rispetto ad un’autosufficienza umana, che è pura utopia. Ma, nello stesso tempo, è necessario rimettere speranza nell’uomo, come creatura salvata da Dio per mezzo di Gesù, il quale non smette di offrirgli il suo Spirito rinnovatore e creatore. 
Inoltre, dobbiamo tenere presente che il primo ad avere fiducia nell’uomo è proprio Dio, che gli ha affidato tutto il creato e, nel suo Figlio Gesù, gli ha richiesto di operare nel mondo con lo stile dell’amore. Ciò che stupisce è il fatto, che, mentre gli uomini spesso hanno sfiducia nei propri simili, Dio continua ad affidare ad essi la cura del creato e la missione di evangelizzazione del mondo intero, rischiando, nel lasciarli liberi, di essere da loro stessi deluso. È il rischio che nasce dal suo eterno amore e che lo porta a ridonare fiducia e ad offrire i mezzi perché gli uomini possano portare a termine ciò che viene loro affidato.

Per tale motivo vogliamo pregare per i 15 nuovi sacerdoti, ordinati sabato 8 giugno nel Duomo di Milano. Gesù, affidando ai suoi la grande missione di continuare la sua opera, aveva loro promesso lo Spirito Santo perché comprendessero la verità e trovassero la forza per sconfiggere il male in loro e attorno a loro.

Noi invochiamo lo stesso Spirito per essere degni di compiere quella missione che, con il battesimo, ci è stata affidata, secondo la nostra vocazione personale e i carismi donatici. In modo particolare, affidiamo all’intercessione di Maria la nostra Comunità Pastorale e tutti i ragazzi e ragazze che parteciperanno alle attività estive dell’Oratorio, insieme a don Massimiliano e a tutti gli animatori ed educatori.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...