Un lieto annuncio

La liturgia ambrosiana ci fa celebrare in questa domenica la festa della Divina Maternità di Maria, preparandoci a vivere, con animo preparato, la festa tanto attesa.

Il Natale, infatti, è il compimento di un’attesa durata per secoli ed ora si ripropone a noi come la speranza della realizzazione di desideri nascosti nel profondo del cuore.
Ogni anno portiamo davanti al Bambino Gesù la nostra vita, che si trova ad affrontare i diversi aspetti della realtà quotidiana.
Così avviene che arriviamo ad un nuovo Natale diversi da quello precedente, perché nuove esperienze abbiamo vissuto, nuove vicende, lieti o tristi, stanno accompagnando la nostra esistenza oggi.
Per tale motivo l’incontro con Gesù, nel ricordo della sua nascita, è carico di novità da portare a Colui che viene per condividere con noi la nostra umanità e per ridarle senso e compimento.
Nessuno può dire che ogni Natale è uguale, perché noi siamo diversi, noi siamo cambiati portandoci speranze che attendono di trasformarsi in realtà.
Rimane, invece, uguale l’annuncio: “Dio ci ha visitati, si è fatto vicino a noi, Egli è il Dio con noi”. Questo può diventare conferma della nostra fede in Lui, ma può essere anche la risposta alle nostre paure, al nostro cuore pieno di solitudine.

Gesù è il Salvatore di tutto il genere umano, è la risposta a tutte le nostre esigenze di verità, è la certezza che la nostra vita vale in ogni momento.
L’annuncio degli angeli ai pastori, nella notte silenziosa di Betlemme, risuona per noi oggi e ci chiede di non indugiare, bensì di andare verso quella mangiatoia con semplicità, con umiltà, gettando via tutte le nostre presunzioni, i nostri ripensamenti, i nostri “perché?” che rischiano di frenarci.
La confusione e le distrazioni delle nostre giornate possono bloccare i nostri passi verso Colui che è la vera Speranza del mondo e dell’uomo.
Se andremo da Gesù, faremo come i pastori: lo adoreremo e poi ritorneremo alle nostre occupazioni quotidiane, raccontando però ciò che avremo visto.

È l’annuncio che si fa eco risuonando fino ai confini della terra e così saremo testimoni e missionari della gioia. Quanto è preziosa la presenza dei cristiani nei diversi ambienti, se è portatrice di questo lieto annuncio!

Ci chiediamo spesso che cosa possiamo fare per risollevare le sorti dell’umanità, anche quella più vicina a noi. La risposta si trova nel Vangelo, nel lieto annuncio di Gesù che è venuto nel mondo per inaugurare il nuovo corso della storia, dove la giustizia, la pace, la libertà, l’amore non sono utopie, ma realtà vivibili.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...