Gesù, compagno di viaggio

Nell’itinerario di Avvento, secondo la liturgia ambrosiana, questa domenica ha come tema: “I figli del Regno”.
La venuta di Gesù nel mondo ha segnato un passaggio epocale nella concezione di Dio, che si era rivelato al popolo ebraico. Infatti se il Dio dell’Antico Testamento aveva scelto il popolo di Israele per rivelarsi agli uomini, ora con Gesù l’orizzonte della rivelazione si apre a tutta l’umanità, perché a nessuno venga a mancare l’annuncio della salvezza, che è per tutti i popoli della terra.

L’incarnazione del Verbo è il farsi vicino di Dio a tutti gli uomini e le donne di tutti i tempi, per i quali Gesù chiede venga offerto il dono del battesimo in acqua e Spirito Santo, come aveva bene profetizzato Giovanni Battista: “Io vi battezzo nell’acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco“.
Così Gesù ha fatto e ha chiesto di fare ai suoi discepoli fino ad oggi, predicando che il Regno dei cieli è iniziato e chi viene battezzato ne fa parte come figlio.
Ci rendiamo conto che essere figli del Regno è un dono straordinario, perché ci rende partecipi della stessa vita di Gesù, il figlio di Dio per eccellenza, e poiché Egli ha promesso di essere con noi sempre, lo possiamo sentire veramente come un compagno di viaggio nell’avventura stupenda e a volte drammatica dell’esistenza umana.
Notiamo che questo richiede la consapevolezza della presenza costante di Gesù nella nostra vita, ma anche una conversione del cuore per lasciare spazio a Lui che ci parla e ci indica il cammino da compiere.

Il tempo di Avvento è occasione da cogliere pienamente per lasciarsi coinvolgere dal Signore che viene a visitarci e ad offrirci i doni necessari per riempire di senso e di speranza le nostre giornate in vista della maturazione di quelle opere buone di cui ha parlato Giovanni Battista a coloro che accorrevano verso di lui: “Fate dunque un frutto degno della conversione“.

La Parola di Dio ascoltata e pregata invita a trasformare la nostra mentalità e a porci di fronte alle realtà del mondo con lo stile e il cuore di Gesù.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...