Per essere dimora di Dio

Dio è molto più vicino di quanto pensiamo e l’incarnazione di Gesù ce lo ha manifestato, facendosi uomo e vivendo in mezzo a noi.
In vista della sua morte e risurrezione Gesù ha assicurato i suoi discepoli di un nuovo tipo di presenza, che può entrare addirittura nella vita di ciascuno di noi.
E’ ciò che ci dice il Vangelo di questa domenica: “Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui.”
E’ davvero fantastico, Gesù e il Padre vogliono fare della nostra vita personale la loro dimora, ma ad una condizione, quella di amare Gesù nell’osservanza dei suoi comandamenti.
Questa è la vita cristiana, che ha inizio nel battesimo e che cresce con la forza dei Sacramenti, apportatori di grazia santificante. Un grande aiuto ci viene anche dall’intercessione della Vergine Maria, la quale intercede per noi presso il suo Figlio Gesù, verso il quale ci indica la via.
Siamo nel centenario della prima apparizione della Madonna ai tre pastorelli di Fatima, due dei quali, Francesco e Giacinta, in tale occasione, 13 maggio 2017, sono stati canonizzati da Papa Francesco in quel luogo benedetto.
Il fatto sorprendente di quell’evento, accaduto in Portogallo durante la Prima Guerra Mondiale, è proprio il fatto che la Madonna si rivolge a dei fanciulli incaricandoli di portare al mondo un messaggio di preghiera, di conversione e di pace, che non smette di essere attuale.
La docilità di quei fanciulli è disarmante, perché carica di semplicità e di fiducia nei confronti di ciò che è divino, ma che raggiunge l’umano, aprendo nuove strade di vita.
Lucia, Francesco e Giacinta li possiamo considerare dei piccoli profeti, ma portatori di un messaggio più grande di loro e forse proprio per questo credibile, in quanto essi non avrebbero potuto inventarselo da soli, ma ricevendolo, hanno lasciato agire lo Spirito di Dio che è particolarmente ricco di fantasia.
Lasciamoci anche noi affascinare da ciò che è accaduto cento anni fa, ma anche da ciò che nel corso di questo secolo la Vergine Maria ha continuato ad offrire attraverso la sua intercessione, non dimenticando il miracolo della salvezza di San Giovanni Paolo II, dopo l’attentato subito il 13 maggio 1981 in Piazza San Pietro a Roma.
La nostra città attende con gioia la venuta della statua della Madonna pellegrina di Fatima, che sarà in mezzo a noi dal 25 giugno al 2 luglio prossimi.
Io spero siano giorni di animata preghiera e di grazie che, attraverso l’intercessione di Maria, il Signore vorrà offrire a ciascuno di noi.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...