Un cammino che continua

Il 5 settembre sarà per me il primo anniversario di presenza e di ministero sacerdotale qui a Luino e per questo devo ringraziare il Signore, perché mi ha dato modo di mettermi in gioco in una nuova avventura di annuncio del Vangelo con fratelli e sorelle da cui mi sono sentito accolto e verso cui ho cercato di testimoniare la gioia del Vangelo. Ora, dopo il periodo estivo, continua il cammino di crescita del Regno di Dio, che mi sente coinvolto insieme a voi in questo periodo storico della Chiesa e del mondo.
Nei giorni scorsi tutti siamo stati segnati emotivamente dal terremoto del Lazio e delle Marche, con tante domande che invitano a guardare all’esistenza con uno sguardo rinnovato di fede, per non smarrire la responsabilità e l’entusiasmo del nostro agire.
Anche la presenza di un gruppo di profughi nel nostro oratorio ci ha costretto a riflettere su ciò che sta accadendo lontano e vicino a noi a persone che hanno un volto, una presenza, una voce.
In tutto ciò la Parola di Dio di questa domenica ci viene incontro provocandoci nell’invito alla conversione, perché, dice Gesù, “il regno dei cieli è vicino”.
La sua venuta nel mondo ha provocato un ribaltamento nel pensiero umano portandolo ad un ascolto progressivo della Parola di Dio, riconoscendola come Parola che dà salvezza.
Anche nell’Antico Testamento Dio ha sempre parlato, ma, dice il profeta Isaia, nella prima lettura, “questo è un popolo ribelle”. C’erano, infatti, i profeti, ma aggiunge ancora Isaia, che il popolo si rivolge a loro dicendo: “Non fateci profezie sincere, diteci cose piacevoli, profetateci illusioni! Scostatevi dalla retta via, uscite dal sentiero, toglieteci dalla vista il Santo di Israele”.
Le parole del popolo ci rivelano un modo di pensare che non è ancora terminato e che, spesso, magari vorremmo dire anche noi: “Chiesa, dicci solo cose piacevoli, che fanno comodo a noi. Basta con la Parola di Dio, perché stiamo bene così e non vogliamo affatto cambiare vita!”.
Può sembrare brutale questo modo di pensare, ma è abbastanza frequente e se non è espresso così esplicitamente, in modo implicito, lo si intuisce chiaramente in tanti discorsi e in tanti modi di agire.
Dopo la morte e risurrezione di Gesù il Regno dei cieli è vicino più che mai e i segni che lo accompagnano sono evidenti, vanno solo cercati e riconosciuti, per poi farli diventare riferimenti per la nostra esistenza.
Vivere all’interno della Comunità cristiana aiuta a non smarrire la strada e a lasciarsi guidare per diventare protagonisti in questo Regno, facendo diventare la propria vita carica di soddisfazioni e di senso.
La ripresa delle attività pastorali, dopo la pausa estiva, richiede il coinvolgimento rinnovato di coloro che già sono impegnati, ma lascia spazio a nuove figure capaci di mettere a frutto i talenti e i diversi doni che lo Spirito Santo offre a ciascuno per l’utilità comune.
Perciò invito tutti a sentirsi disponibili per rendere viva la nostra Parrocchia, le nostre associazioni, i nostri gruppi, il nostro oratorio, così da dare un rinnovato dinamismo alle diverse attività, tese a far crescere nella fede e nella testimonianza cristiana.
La visita pastorale del nostro Arcivescovo, il nostro 14 ottobre, è uno stimolo ad entrare sempre più nella comprensione della vita pastorale come luogo della missione di annunciare la bella notizia del Vangelo in questo mondo che sta cambiando.
Chiediamo l’intercessione di Maria che, in questo mese di settembre onoreremo nelle diverse memorie liturgiche, perché ci spinga a ricercare il bene e a diffonderlo.
Auguro a tutti di iniziare questo nuovo Anno Pastorale con la fiducia di chi sa che, se il regno di Dio è in mezzo a noi, il Signore stesso non manca di esserci vicino e di camminare con noi.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...