Nello Spirito Santo opera la misericordia divina

Un peccato di orgoglio, come quello del primo uomo, provocò la divisione e l’incomprensione dell’umanità. Conosciamo tutti l’episodio di Babele (Genesi 11,1-9). La Pentecoste è il grande miracolo che, nella Chiesa, ricompone l’umanità in unità (Atti 2,1-12) in attesa che tale unità diventi perfetta in cielo (Ap 7,9-10).
E’ dunque possibile superare la divisione tra gli uomini, perché è Dio che lo vuole e in Lui tutto è possibile.
La Chiesa ha un messaggio di grande speranza da offrire a tutti gli uomini e lo fa convinta dalla certezza della presenza dello Spirito Santo, primo dono di Gesù risorto agli uomini.
La forza unificante dello Spirito di Dio fa superare l’incertezza della fragilità umana. Non è un’utopia l’unità di tutti i popoli della terra, bensì la restaurazione del progetto originario di Dio, quando creò il mondo e in esso l’uomo e la donna.
Il peccato crea la divisione, la grazia ricompone l’unità. Cristo è venuto nel mondo per dire agli uomini che è possibile ritornare al progetto originario e che le divisioni sono la negazione dell’uomo.
Lo riconosciamo anche noi: là dove c’è la divisione dentro l’uomo o tra gli uomini c’è una grande sofferenza, perché l’uomo è fatto per l’unità, è fatto per vivere in comunione con gli altri uomini.
La grande profezia che la Chiesa può offrire all’umanità è lo stile della concordia, della fraternità, dell’armonia, nel superamento dell’orgoglio che, invece, separa e distrugge.
San Paolo, parlando dello Spirito, ci ha lasciato delle pagine bellissime ed io vorrei riportarne una molto nota: “Camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare i desideri della carne; la carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne, queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste. Le opere della carne sono ben note: fornicazione, impurità, libertinaggio, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere; circa queste cose vi preavviso, come già ho detto, che chi le compie non erediterà il Regno di Dio. Il frutto dello Spirito, invece, è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza. Bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; contro queste cose non c’è legge. Se pertanto viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito.” (Gal 5,16-25)
L’esortazione di San Paolo a camminare secondo lo Spirito è utile ancora oggi, anzi è indispensabile per vivere l’unità interiore della persona e per essere portatori di unità.
Come cristiani abbiamo tutti una grande opportunità di essere promotori di armonia e di riconciliazione. Questo è il compito che il Signore ci affida donandoci il suo Spirito. Invochiamolo su di noi continuamente e invochiamolo su tutti coloro che, in modo particolare, sono al servizio degli uomini e delle comunità.
Anche nella nostra comunità parrocchiale lo Spirito Santo è all’opera, perché ogni battezzato lo porta dentro di sé, è necessario, però, che ciascuno se ne accorga e se ne lasci plasmare. La differenza dei ministeri e dei servizi che animano la nostra Parrocchia ne sono un esempio chiaro. Mi piacerebbe che pregassimo perché il carisma presente in ciascuno e nei diversi gruppi, movimenti, associazioni possa fare sempre più bella carica di testimonianza la nostra Parrocchia.
Invochiamo lo Spirito, sorgente di unità, su tutte le situazioni in cui si rinnova ancora oggi la divisione e la dispersione di Babele, specialmente nelle famiglie, dove l’unità è spesso minacciata del tarlo dell’orgoglio e dell’incomprensione; offriamo la nostra preghiera anche per la comunità cristiana e quella civile, perché lo SPirito impedisca le divisioni e le lacerazioni che non portano alcun progresso; ricordiamo infine tutte quelle fratture portatrici di dolore presenti in tante nazioni del mondo.
Auguro a ciascuno di sapere accogliere lo Spirito Santo con i suoi molteplici doni, perché in ogni persona sia presente l’armonia interiore, capace di suscitare immensa gioia e pace.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...