Quaresima per ritornare al Dio della Misericordia

Veniamo introdotti con questa domenica nel tempo liturgico della Quaresima, il cammino di 40 giorni che ci condurrà alla celebrazione della Pasqua. E’ un cammino che tradizionalmente la Chiesa vive come tempo penitenziale di conversione per accogliere il dono di grazia che ci rinnova continuamente attraverso il mistero della morte e risurrezione di Gesù.
Proprio per introdurci a tale cammino, la prima domenica di Quaresima è caratterizzata dal gesto dell’imposizione delle ceneri, come riconoscimento del nostro stato di limite e di miseria (ricordati che sei polvere e polvere tornerai), che ha bisogno di misericordia e di perdono da parte di Dio, perché da soli, con la nostra sola volontà, non ce la facciamo, ma è anche decisione di cambiamento di vita per una esistenza da salvati (convertiti e credi al Vangelo).
La Chiesa, attraverso la Quaresima, ci richiama ad accogliere, nella fede, l’amore di Dio che in Gesù si è manifestato e che continua ad offrirsi a noi per superare le facili scelte di vita che ci allontanano dal progetto di Dio e ci fanno percorrere strade che rischiano di rovinare la bellezza e la dignità della nostra esistenza.
Il rischio di cadere nell’orgoglio e nella presunzione della propria incolumità spirituale è grande, perché invece il demonio non si arrende mai e fa di tutto per farci cadere.
La pagina del Vangelo secondo Matteo, che si legge ogni anno, in questa domenica è un esempio chiarissimo di quanto sia capace la malvagità di Satana, il quale non si piega nemmeno davanti a Gesù, il Figlio di Dio, che umanamente è chiamato a rispondere di fronte alle tre tentazioni, dalle quali è provato.
E’ una pagina drammatica, che chiarisce in modo evidente in quali condizioni noi siamo chiamati a vivere e cioè, nella condizione di chi è attaccato continuamente da Colui che ci vuole allontanare da Dio.
Così diventa chiaro l’antidoto alle proposte demoniache: “Sta scritto”. La parola di Dio, che è Parola di Verità, è la sola che ci può aiutare a rispondere di fronte ad ogni tentativo di distrarci dalla Legge di Dio e dei suoi comandamenti e da quel cammino che abbiamo iniziato con il battesimo, che è cammino di santità.
In questo Anno della Misericordia l’invito è a lasciarci riconciliare da Dio attraverso il sacramento della Riconciliazione, che sarà possibile vivere con una certa facilità presso il Santuario del Carmine, indicato dalla nostra Diocesi come una delle chiese della riconciliazione.
Inoltre, saremo invitati a riflettere sul tema della Misericordia, nei diversi momenti proposti per le diverse fasce di età, a livello parrocchiale o decanale.
Non lasciamoci sfuggire questo tempo opportuno di grazia.
Buon cammino quaresimale a tutti.

don Sergio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...