Gioia di credere

È mezzogiorno di venerdì quattro luglio, sono arrivato a Cannobio per l’ultimo saluto a don Luigi, arciprete di questa città.
Volevo sostare in preghiera davanti alla sua salma, ma arriverà solo per il funerale.
Mi fermo nel Santuario della Pietà a pregare e poi tornare a Luino con il battello delle 13.
Ogni anno, da quando sono qui, da solo, con i sacerdoti e anche con un pellegrinaggio, il Santuario della Pietà è una meta. Don Luigi l’occasione per un fraterno incontro che ora mi trova qui.
Assaporo e gusto questi novanta minuti della mia vita, segnata da un trascorrere continuo che reclama una doverosa sosta. 
Ieri mi sono spinto da S. Giorgio di Sarigo, di cui mi occupo per il restauro, al passo di Sant’Antonio per incontrare i ragazzi di un Oratorio estivo. Giornata stupenda, un incanto di colori, pace e avventura nello scendere a Muceno.
L’altro giorno ho pregato l’ora media con i monaci di Pradecolo, prima del pranzo ospite di un caro sacerdote saronnese.
Ma devi mettere il mio animo in questa sosta nel Santuario della Pietà!
Avverto quanto lo spirituale coinvolga tutto il corpo, con i sensi spalancati anch’essi sull’incomunicabile.
Per gli antichi ebrei il nome di Dio, come rivelato a Mosè, è da mettere sotto silenzio. L’ha accolto solo lui, nella solitudine del monte Oreb. Si è tolto i calzari. Quella è terra santa per la presenza di Dio. 
Nel contatto con Lui, Mosè scende dal Sinai con il volto pieno di luce.
I discepoli, visto Gesù in preghiera, gli hanno chiesto: insegnaci a pregare.
Il Vangelo è la buona notizia di Gesù nel suo stare con il Padre.
Da qui sgorga l’attenzione, premura, disponibilità, cura per i fratelli.
Sto per lasciare Cannobio, il battello non attende.
Non mi sento né Mosè né Gesù, sono certo di essere amato da Dio perché Gesù mi ha reso suo figlio.
E ora sono qui per don Luigi Dresti che ha terminato il cammino terreno: sia accolto nella casa del Padre.
Avverto la gioia di credere che Gesù accompagna don Luigi tra le braccia del Padre e, per me, la gioia di aver conosciuto un uomo di Dio.

don Piergiorgio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...